Page is loading...

Sura al-Baqarah Versetti 127-129

وإِذْ يَرْفَعُ إِبْرَاهِيمُ الْقَوَاعِدَ مِنَ الْبَيْتِ وإِسْمَاعِيلُ رَبَّنَا تَقَبَّلْ مِنَّا إِنَّكَ أَنْتَ السَّمِيعُ الْعَلِيمُ ﴿127﴾ رَبَّنَا وَاجْعَلْنَا مُسْلِمَيْنِ لَكَ وَمِن ذُرِّيَّتِنَا اُمَّةً مُسْلِمَةً لَكَ وَأَرِنَا مَنَاسِكَنَا وَتُبْ عَلَيْنَا إِنَّكَ أَنْتَ التَّوَّابُ الرَّحِيمُ ﴿128﴾ رَبَّنَا وَابْعَثْ فِيهِمْ رَسولاً مِنْهُمْ يَتْلُواْ عَلَيْهِمْ ءَايَاتِكَ وَيُعَلِّمُهُمُ الْكِتَابَ وَالْحِكْمَةَ وَيُزَكِّيهِمْ إِنَّكَ أَنْتَ الْعَزِيزُ الْحَكِيمُ ﴿129﴾

133. E {ricorda} quando Abramo e Ismaele elevavano le basi della Casa {e dicevano: “O} Signor nostro, accetta da noi. In verità, Tu sei Colui che {tutto} ascolta e conosce
134. Signor nostro, fai di noi due ‘musulmani’ {sottomessi} a Te e della nostra progenie un popolo ‘musulmano’ {sottomesso} a Te. Mostraci i precetti del nostro culto {il pellegrinaggio} e volgiTi a noi accettando il nostro pentimento. In verità, Tu sei il Clementissimo, il Benevolo.
135. Signor nostro, suscita fra loro un {Tuo} messaggero a loro stessi appartenente, che reciti loro i Tuoi versetti, insegni loro il Libro e la sapienza e li purifichi. In verità, Tu sei il Potente, il Saggio {”}.

Commento

Abramo (as) costruisce la Ka’bah

Da diversi versetti coranici e da alcune tradizioni islamiche e opere di storia dell’Islam, si può facilmente dedurre che la sacra Ka´bah esisteva già prima del santo Abramo (as), addirittura all’epoca del nobile Profeta Adamo (as). A tal proposito, il trentasettesimo versetto della Sura di Abramo (14), afferma: “O nostro Signor, ho stabilito una parte della mia progenie in una valle sterile, nei pressi della Tua Sacra Casa…”

Questo versetto dimostra che quando il santo Abramo trasferì la sua famiglia nell’arida terra della Mecca, la Ka´bah esisteva già.
Nel novantaseiesimo versetto della Sura della Famiglia d’Imran leggiamo: “In verità, la prima casa che è stata eretta per gli uomini {e per il culto divino} è certamente quella di Bakkah, benedetta, guida degli uomini”

Anche questo versetto dimostra la nostra tesi. Del resto, ciò è confermato anche dal primo versetto in esame: «E {ricorda} quando Abramo e Ismaele elevavano le basi della Casa {e dicevano: “O} Signor nostro, accetta da noi. In verità, Tu sei Colui che {tutto} ascolta e conosce»

Questo versetto dimostra che Abramo e Ismaele elevavano le già esistenti basi della Ka´bah.
Nel noto sermone Al-qaasi´ah del Nahj ul-Balaghah leggiamo: “Non vedete forse come Allah – che puro e immune è da ogni colpa e difetto – ha messo alla prova gli uomini, dall’epoca di Adamo fino ai nostri giorni, con dei sassi…dei quali ha fatto la Sua Sacra Casa {la Ka´bah}, poi ha ordinato a Adamo e alla sua progenie di fare intorno ad essa il tawaaf”1

I versetti del sacro Corano e le tradizioni islamiche confermano la nota narrazione storica che dice che la Ka´bah fu costruita per la prima volta dal santo profeta Adamo (as), poi rimase distrutta nel diluvio universale, e fu in seguito ricostruita da Abramo (as) e Ismaele (as).

Nei successivi due versetti in esame, Abramo (as) e Ismaele (as) fanno cinque importanti richieste al Signore Altissimo. Queste richieste, fatte durante la ricostruzione della Ka´bah, sono così precise e attente ai bisogni materiali e spirituali dell’uomo, che da sole sono in grado di dimostrare chiaramente l’eccezionale grado spirituale di questi due nobili profeti divini.

Le cinque richieste sono: «Signor nostro, suscita fra loro un {Tuo} messaggero a loro stessi appartenente, che reciti loro i Tuoi versetti, insegni loro il Libro e la sapienza e li purifichi. In verità, Tu sei il Potente, il Saggio {”}»

  • 1. Nahj ul-Balaghah, sermone 192.

Share this page