Page is loading...

Sura al-Baqarah Versetti 89-90

وَلَمَّا جَآءَهُمْ كِتَابٌ مِنْ عِنْدِ اللّهِ مُصَدِّقٌ لِمَا مَعَهُمْ وَكَانُوا مِنْ قَبْلُ يَسْتَفْتِحُونَ عَلَى الَّذِينَ كَفَرُوا فَلَمَّا جَآءَهُمْ مَاعَرَفُوا كَفَرُوا بِهِ فَلَعْنَةُ اللّهِ عَلَى الْكَافِرِينَ ﴿89﴾ بِئْسَمَا اشْتَرَوْا بِهِ أَنْفُسَهُمْ أَنْ يَكْفُرُوا بِمَآ اَنْزَلَ اللّهُ بَغْياً أَنْ يُنَزِّلَ اللّهُ مِنْ فَضْلِهِ عَلَى مَنْ يَشَآءُ مِنْ عِبَادِهِ فَبَآءُو بِغَضَبٍ عَلَى غَضَبٍ وَلِلْكَافِرِينَ عَذَابٌ مُهِينٌ﴿90﴾

95. E quando, da parte di Allah, giunse loro un libro che confermava ciò {che avevano già} con loro {la Torà}, nonostante prima d’allora cercassero la vittoria sui miscredenti, non appena giunse loro ciò che già conoscevano, lo negarono. Che la maledizione di Allah sia dunque sui miscredenti.
96. Che pessimo baratto hanno fatto di loro stessi negando ciò che Allah ha fatto discendere, invidiosi del fatto che Allah fa discendere la Sua grazia su chi vuole fra i Suoi servi; sono così incorsi in ira su ira. I miscredenti avranno un umiliante castigo.

Commento

I Giudei Negarono ciò che per Anni avevano Predicato tra la Gente

Anche questi sacri versetti parlano dei figli d’Israele, delle vicende della storia di questo ribelle popolo. Essi s’erano insediati a Medina, bramosi dell’avvento del Sigillo dei Profeti, il nobile Profeta dell’Islam, Muhammad Bin Abdillah (S). Essi leggevano nella Torà gli attributi di questo santo e nobile messaggero divino, ed erano in impaziente attesa del suo salvante avvento.

Ma quando il Signore Eccelso mandò loro il sacro Corano, che confermava i segni conosciuti dai giudei, nonostante avessero per anni annunciato e atteso l’avvento del santo Profeta dell’Islam (S), per essere liberati e difesi dai loro nemici, ebbene, quando discese su di loro quest’infinita grazia del Signore Altissimo, negarono tutto e diventarono acerrimi nemici del Verbo e del Messaggero d’Allah: “E quando, da parte di Allah, giunse loro un libro che confermava ciò {che avevano già} con loro {la Torà}, nonostante prima d’allora cercassero la vittoria sui miscredenti, non appena giunse loro ciò che già conoscevano, lo negarono…”

Per questa loro empia azione meritarono la maledizione divina: “…Che la maledizione di Allah sia dunque sui miscredenti”

I giudei fecero veramente uno sconveniente affare: lasciarono le proprie terre per venire nella lontana Medina ad attendere l’avvento dell’ultimo dei profeti divini, ed essere i primi ad accogliere il suo salvante invito, ma poi furono i primi e piú accaniti suoi oppositori, e negarono tutto, messaggio e messaggero, verbo e missione: “Che pessimo baratto hanno fatto di loro stessi negando ciò che Allah ha fatto discendere, invidiosi del fatto che Allah fa discendere la Sua grazia su chi vuole fra i Suoi servi…”

Forse credevano che il Profeta Promesso dovesse appartenere ai figli d’Israele, al popolo giudeo.
Ma non fecero altro che incorrere nell’ira di Allah: “…sono così incorsi in ira su ira”, e guadagnarsi il peggiore dei castighi: “I miscredenti avranno un umiliante castigo”

Share this page