Page is loading...

Sura al-Baqarah Versetto 171

وَمَثَلُ الَّذِينَ كَفَرُواْ كَمَثَلِ الَّذِي يَنْعِقُ بِمَا لاَ يَسْمَعُ إِلاَّ دُعَاء وَنِدَاء صُمٌّ بُكْمٌ عُمْيٌ فَهُمْ لاَ يَعْقِلُونَ ﴿171﴾

177. {Chi invita} i miscredenti {alla verità} è come chi urla di fronte a ciò che non ode se non un {indistinto} richiamo, una {vaga} voce. {Essi sono} sordi, muti, ciechi, perciò non capiscono nulla.

Commento

In questo sacro versetto ci sono due similitudini:

1. colui che invita alla verità viene paragonato al pastore;

2. il miscredente viene paragonato a una bestia che delle parole del pastore non comprende se non un vaga voce, un indistinto urlo. Troviamo questa similitudine anche in una tradizione del santo imam Baqir (as)1.

Il sacro versetto ribadisce poi il concetto espresso nelle similitudini dicendo:

“{Essi sono} sordi, muti, ciechi, perciò non capiscono nulla”

  • 1. Majma´u-l-bayaan, vol. I, pag. 255.

Share this page