Page is loading...

Prefazione

Tutti hanno sentito il nome di Ghadir, è una zona tra la Mecca e Medina, vicino a Juhfah, distante circa duecento chilometri dalla Mecca, e crocevia dal quale i pellegrini di diverse regioni si separavano e prendevano la propria strada:

una via portava a Medina, verso nord;

una via portava in Iraq, verso oriente;

una via portava in Egitto, verso occidente;

e una via portava nello Yemen, verso sud.

Oggi questa zona è situata in un’area deserta; un giorno però è stata testimone di uno dei più grandi eventi della storia islamica, il giorno della nomina di °Ali (as)1 quale successore del nobile Profeta dell’Islam (S)2 (il 10° giorno del mese di Dhul-Hajjah nell’anno 10 dopo l’Egira).

I califfi, per motivi politici, hanno cercato di cancellare questa grande testimonianza storica, e ancora adesso alcuni faziosi, per ragioni che non c’è bisogno di riportare, cercano di sopprimerla o renderla irrilevante.
Nonostante ciò, la presenza di quest’evento è così estesa nello scenario storico, nelle tradizioni e nella letteratura araba che non è possibile occultarla o estinguerla.

E voi in questo opuscolo troverete documenti e fonti riguardanti questo argomento, che vi sorprenderanno e vi porteranno a chiedervi:

Una questione che presenta tutte queste documentazioni, in che modo è stata oggetto di negligenza e occultamento?!

Speriamo che queste analisi e documentazioni, provenienti tutte da fonti dei fratelli sunniti, siano un mezzo di avvicinamento per i musulmani nel mondo, e che le verità di cui in passato ci si è disinteressati con superficialità, siano approfondite con attenzione da tutti, soprattutto dai giovani.

Gruppo culturale e di ricerca islamica
Santa città di Qom

  • 1. (as) abbreviazione di “‘aleyhi-ha-hum assalam”, “che la pace sia su di lui-lei-loro”, che viene utilizzato accanto ai nomi dei Profeti, degli angeli, dei puri Imam e delle donne del Paradiso (Khadija, Fatima, Maria, Asya) e secondo alcuni pareri viene usato anche accanto a nomi di altre donne come Zeynab, Ruqayya, Oum Kulthum, Fatima Masuma…(n.d.t.)
  • 2. (S) abbreviazione di “salla allahu wa alehi wa aliyhi wa sallam”: “pace e benedizioni di Allah su di lui e sulla sua famiglia”. (n.d.t.)

Share this page