Page is loading...

La Famiglia, i Parenti, gli Amici

Fare del Bene ai Genitori

145. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Il consenso di Dio sta in quello dei genitori e lo stesso dicasi per la Sua ira»
{Mustadraku-l-wasa’il 15: 176}

146. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Il Paradiso giace sotto i passi delle madri»
{Mustadraku-l-wasa’il 15: 180}

147. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Le migliori azioni sono: eseguire la preghiera nel tempo prescritto, fare del bene ai genitori e combattere sul sentiero di Dio»
{Bihàr ul-Anwàr 74: 85}

148. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Chi ama che Dio, sia glorificato e magnificato, gli allevi le sofferenze dell’agonia, deve intrattenere buoni rapporti con i suoi parenti e fare del bene ai propri genitori. Quando farà ciò, Dio gli semplificherà l’agonia e, inoltre, non diventerà mai povero»
{Bihàr ul-Anwàr 2: 553}

149. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Dio non accetterà {fino a quando non si pentirà} le preghiere di chi guarda i propri genitori con sguardo iracondo, quand’anche essi siano ingiusti con lui»
{Al-Kàfi 2: 349}

150. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Fate del bene ai vostri padri affinché i vostri figli facciano del bene a voi. Lasciate stare le donne altrui affinché gli altri lascino stare le vostre»
{Al-Kàfi 5: 554}

151. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Un uomo andò dal Profeta (S) e lo interrogò riguardo al beneficare i genitori. Disse allora il santo Profeta: “Fai del bene a tua madre! Fai del bene a tua madre! Fai del bene a tua madre! Fai del bene a tuo padre! Fai del bene a tuo padre! Fai del bene a tuo padre!”. {Badate che egli} nominò la madre prima del padre»
{Al-Kàfi 2: 162}

I Diritti dei Figli

152. Il Profeta (S) disse: «O °Ali, che Iddio maledica i genitori che fanno in modo che i loro figli diventino ingrati e ribelli nei loro confronti»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 21: 290}

153. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Insegnate ai vostri figli a nuotare e a tirare con l’arco»
{Al-Kàfi 6: 47}

154. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Quando i vostri figli raggiungono i sette anni insegnate loro a pregare. Al decimo anno d’età puniteli {se si rifiutano di pregare} e dividete i loro letti»
{Kanzu-l´ummàl 16: 45330}

155. L’Imam Muhammad Al-Baqer (as) disse: «Un giorno il Profeta era con i suoi compagni, quando d’un tratto venne la notizia della nascita della sua nobile figlia {Fatima (as)}. Il Messaggero di Dio diventò felice e ringraziò Iddio, mentre i suoi compagni non riuscirono a nascondere il proprio sconforto. Il nobile Inviato di Allah (SwT) li richiamò dicendo: “Cosa vi succede?! Dio m’ha donato una candida rosa e io la profumo. È Lui che provvederà a sostentarla!”»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 102}

156. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Baciate molto i vostri figli: ogni bacio che darete loro farà salire il vostro grado in Paradiso»
{Bihàr ul-Anwàr 97: 92}

157. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Non appartiene a noi chi non è gentile con i piccoli e non rispetta i grandi»
{Bihàr ul-Anwàr 104: 92}

158. L’Imam °Ali (as) disse: «…Il padre ha il dovere di dare un buon nome al proprio figlio, impartirgli una buona educazione e insegnargli il Corano»
{Nahj ul-Balaghah: sentenza 399}

159. L’Imam °Ali (as) disse: «Non dedicare la maggior parte del tuo tempo alla tua famiglia e ai tuoi figli, poiché se essi sono amici di Dio, {devi sapere che} Egli non abbandona mai i Suoi amici; se invece sono Suoi nemici, perché dovresti spendere tutte le tue forze per chi è nemico di Dio»
{Nahj ul-Balaghah: sentenza 352}

160. L’Imam °Ali (as) disse: «…Nello stesso modo in cui tuo padre ha dei diritti nei tuoi confronti, anche i tuoi figli hanno determinati diritti {nei tuoi confronti}»
{Majma´u-z-zawà’id 8: 146}

161. L’Imam Sajjàd (as) disse: «Tu devi essere consapevole del fatto che hai generato tuo figlio e ciò di bene e di male che fa in questo mondo, ti riguarda. Tu hai il dovere d’impartirgli una buona educazione, guidarlo al suo Signore (sia glorificato e magnificato) aiutarlo a ubbidire a Dio. Sappi dunque che se farai del bene a tuo figlio sarai sicuramente ricompensato {da Dio}, mentre se gli farai del male sarai indubbiamente punito {da Lui}»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 2: 622}

162. Quando l’Imam Sajjàd (as) riceveva la notizia della nascita di un {suo} bambino, non chiedeva mai se fosse maschio o femmina, ma domandava se fosse sano o meno, e quando veniva a sapere che era sano diceva: “Sia lodato Iddio che non mi è nato un figlio malformato»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 143}

163. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Premuratevi d’insegnare ai vostri figli le tradizioni {del Profeta (S) e dell’Ahl ul-Bait}, prima che i traviati vi superino {deviandoli dal retto sentiero}»
{Al-Kàfi 6: 47}

164. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Fare del bene ai propri figli è {come} fare del bene ai propri genitori»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 483}

165. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «L’amore che il servo di Dio ha per i propri figli fa sì che il Signore gli conceda la Sua grazia»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 98}

166. Fu chiesto al settimo Imam (as) : «Dai forse il permesso d’abortire a una donna che ha paura della gravidanza?». Rispose: «Assolutamente no!». Gli fu domandato ancora: «Nemmeno all’inizio della gravidanza, nella fase embrionale?». Disse: «Non può abortire! L’embrione è la prima fase della creazione umana»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 98}

Dell’Educazione dei Figli

167. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Riverite i vostri figli e date loro una buona educazione. In tal modo verrete perdonati da Dio»
{Bihàr ul-Anwàr 78: 374}

168. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Chi ha una figlia, le dà una buona educazione e s’impegna di darle una buona istruzione…sarà da essa salvato dal fuoco dell’Inferno»
{Majma´u-z-zawà’id 8: 158}

169. Il Messaggero di Dio (S) disse: «La migliore cosa che un padre può donare ai suoi figli è una buona educazione»
{Majma´u-z-zawà’id 8: 159}

170. Il Messaggero di Dio (S) disse: «L’essere umano fino a sette anni ordina, dai sette ai quattordici ubbidisce e dai quattordici ai ventuno è servitore e consigliere dei genitori»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 195}

171. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Il Messaggero di Dio (S) disse: “Amate i bambini, siate gentili con loro e quando fate loro una promessa non mancate assolutamente di mantenerla: essi credono che siete voi a sostentarli”»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 201}

172. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Non fate distinzioni fra i vostri figli. Come voi amate che essi vi facciano del bene senza fare alcuna distinzione, anche loro pretendono ciò da voi»
{Makàrimu-l’akhlàg: 220}

173. Un giorno un uomo in presenza del Profeta (S) baciò il proprio figlio e lo fece sedere sulle proprie ginocchia; fece invece sedere la propria bambina per terra, davanti a sé. Il Profeta (S) gli disse allora: «Non fare distinzioni fra i tuoi figli!»
{Majma´u-z-zawà’id 8: 156}

174. L’Imam °Ali (as) disse: «Rispettate i più anziani affinché i bambini vi rispettino»
{Guraru-l-hikam: 780}

175. L’Imam °Ali (as) disse a suo figlio Hasan (as): «Il cuore del bambino è come un {fertile} campo non coltivato: tutto ciò che viene seminato in esso, cresce. È per questo motivo che io ho iniziato a educarti prima che il tuo cuore diventasse malvagio e si impegnasse con le cose del mondo»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 15: 197}

176. L’Imam °Ali (as) disse: «L’individuo che da piccolo fa domande, in età adulta sarà in grado di rispondere»
{Guraru-l-hikam: 645}

177. L’Imam °Ali (as) disse: «Esagerare nel punire e rimproverare una persona, la fa diventare dispettosa e testarda»
{Tuhafu-l´uqul: 84}

178. L’undicesimo Imam (as) disse: «L’insolenza e la noncuranza del bambino di fronte alle parole dei genitori, lo fanno diventare superbo e ribelle da grande»
{Bihàr ul-Anwàr 71: 374}

Dell’Allattare

179. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Certo, il merito della donna durante il periodo inerente alla gravidanza, al parto e all’allattamento, è pari a quello dell’uomo che difende, sulla via di Dio, i confini della nazione islamica dagli attacchi nemici. Se la donna muore in tale periodo raggiunge lo stesso grado del martire»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 561}

180. Il Messaggero di Dio (S) disse: «La donna gravida è come chi digiuna {di giorno}, veglia in preghiera e combatte sul sentiero di Dio con la propria vita e i propri averi. Quando poi partorisce ottiene un merito talmente grande da non potere essere da lei conosciuto. Quando invece allatta {la propria creatura}, per ogni {sua} poppata di latte, ottiene una ricompensa pari a quella che si riceve liberando uno dei figli d’Ismaele. Quando infine finisce il periodo dell’allattamento, un angelo {le} dice: “Riprendi le tue azioni daccapo: sei stata perdonata”»
{Bihàr ul-Anwàr 104: 106}

181. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Per il bambino {lattante} non esiste latte migliore di quello della propria madre»
{Mustadraku-l-wasa’il: cap.48}

Del Mantenere la Famiglia

182. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Chi lascia in povertà le persone che ha il dovere di sostentare è maledetto! Maledetto!»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 168}

183. L’Imam °Ali (as) disse: «Le peggiori persone sono quelle che lasciano in povertà la propria famiglia»
{Nuru-l’absàr di Shablangì}

184. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Chi s’adopera per mantenere la famiglia, è come chi combatte sul sentiero di Dio»
{Al-Kàfi 5: 88. Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 168}

185. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «All’uomo è sufficiente {per incorrere nell’ira di Dio} lasciare in povertà coloro che ha il dovere di sostentare»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 168}

186. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Una delle fortune dell’uomo consiste nel provvedere personalmente al mantenimento delle persone che ha il dovere di mantenere»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 168}

187. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Chi s’astiene dal prendere moglie per paura di non poter mantenere moglie e figli, diffida di Dio (sia glorificato e magnificato)»
{Man La Yahduruhu-l-faqih 3: 385}

Dell’Intrattenere Buoni Rapporti con i Parenti

188. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Chi desidera che ciò che gli viene destinato da Dio aumenti e vuole vivere a lungo, deve intrattenere buoni rapporti con i propri parenti»
{Bihàr ul-Anwàr 74: 89}

189. Il Messaggero di Dio (S) disse: «Tre {persone} non entreranno in Paradiso: colui che beve vino, chi pratica la magia e la persona che rompe le relazioni con i propri parenti»
{Al-Khisal: 179}

190. L’Imam °Ali (as) disse: «Non comportarti in modo tale che a causa tua la tua famiglia e i tuoi parenti siano tra le più sfortunate e miserabili persone esistenti»
{Guraru-l-hikam: 802}

191. L’Imam Muhammad Al-Baqer (as) disse: «Intrattenere buoni rapporti con i parenti purifica la condotta, aumenta gli averi, allontana le disgrazie, semplifica la resa dei conti {dinanzi a Dio, nel Giorno del Giudizio} e allunga la vita»
{Al-Kàfi 2: 150}

192. L’Imam °Ali Ar-Ridhà (as) disse: «Non si può accumulare ricchezze se non possedendo cinque qualità: essere fortemente avari, avere lunghe aspirazioni {materiali}, essere molto avidi, rompere le relazioni con i parenti e preferire il mondo all’Aldilà»
{Bihàr ul-Anwàr 73: 138}

L’Amicizia

193. Il Messaggero di Dio (S) disse: «L’uomo subisce fortemente l’influenza dei propri amici. Fate dunque attenzione alle vostre amicizie»
{Bihàr ul-Anwàr 74: 192}

194. L’Imam °Ali (as) disse: «La più incapace delle persone è chi non è capace di trovare amici; più incapace è, invece, chi non sa mantenere le amicizie»
{Nahj ul-Balaghah: sentenza 12}

195. L’Imam Sajjàd (as) disse: «Frequentare i retti induce alla rettitudine»
{Bihàr ul-Anwàr 78: 141}

196. L’Imam Sajjàd (as) disse: «Guardatevi dal frequentare i peccatori e dall’aiutare gli iniqui»
{Bihàr ul-Anwàr 78: 151}

197. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Frequenta le persone attraverso le quali puoi “ornarti”, non quelle che si “ornano” con te {frequenta chi è migliore di te per elevarti e progredire spiritualmente}»
{Bihàr ul-Anwàr 76: 267}

198. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «I miei più cari fratelli {di fede} sono quelli che mi “donano” i miei difetti»
{Bihàr ul-Anwàr 74: 282}

199. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Ti raccomando d’avere amici sinceri e di sforzarti, più che puoi, di imparare da loro: essi, in verità, ti proteggono nel benessere e ti aiutano nella disgrazia»
{Bihàr ul-Anwàr 74: 187}

200. Ja´far Ibni Muhammad (as) racconta che suo padre disse che suo nonno disse: «°Ali (as) disse: “Il Musulmano ha tre amici: il suo operato, che gli dice: ‘Io starò sempre con te, anche dopo la tua morte’; suo figlio, che gli dice: ‘Io starò con te fino a quando non entrerai nella tua tomba, dopodiché ti abbandonerò’; i suoi averi, che gli dicono: ‘Noi staremo con te fino a quando non morirai’ e che, quando morirà, passeranno agli eredi”»
{Al-Khisal: 114}

Le Cattive Amicizie

201. L’Imam °Ali (as) disse: «O Kumail, dì la verità in ogni circostanza, sii amico dei timorati, lascia perdere i dissoluti, stai lontano dagli ipocriti e non frequentare i traditori»
{Mustadraku-l-wasa’il 12: 197}

202. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Colui che si siede accanto a chi ingiuria gli amici di Dio, ha sicuramente disubbidito al Signore Eccelso»
{Al-Kàfi 2: 379}

203. L’Imam as-Sadeq (as) disse: «Quando venite a sapere che un vostro amico commette un peccato, è opportuno che andiate da lui e gli diciate: “Devi decidere se astenerti dal compiere tale peccato o rinunciare alla nostra amicizia”. Se non vi ascolta, separatevi da lui»
{Wasa’ilu-sh-shi´ah 16: 146}

204. Muhammad Ibni Muslim racconta che l’Imam as-Sadeq (as) disse che suo padre disse: «Mio padre, °Ali Ibn al-Husain, mi disse: “Figlio mio, non frequentare cinque persone, non parlare loro, non fare assolutamente amicizia con esse”. Io dissi allora: “Caro padre, chi sono queste persone? Fammele conoscere”.

Disse: “Guardati dal frequentare il bugiardo: egli è come il miraggio, che t’avvicina ciò che è lontano e t’allontana ciò che è vicino. Guardati dal frequentare il dissoluto: egli ti vende per un boccone di cibo, o anche meno. Guardati dal frequentare l’avaro: egli ti priva dei suoi beni nel momento in cui ne hai estremo bisogno. Guardati dal frequentare lo stolto: egli vuole esserti utile, ma {a causa della sua ignoranza} ti danneggia. Guardati dal frequentare la persona che trascura i propri parenti: io l’ho visto maledetto in tre punti del Libro di Dio (sia magnificato e glorificato)”»
{Al-Kàfi 2: 641}

Share this page