Page is loading...

Sura al-Baqarah Versetti 116-117

وَقَالُوا اتَّخَذَ اللّهُ وَلَداً سُبْحَانَهُ بَلْ لَهُ مَا فِي السَّمَاواتِ وَالأَرْضِ كُلٌّ لَهُ قَانِتُونَ ﴿116﴾ َبدِيعُ السَّمَاوَاتِ وَالأَرْضِ وَإِذَا قَضَى أَمْراً فإِنَّمَا يَقُولُ لَهُ كُنْ فَيَكُونُ ﴿117﴾

122. E dissero: “Allah s’è preso un figlio”. Lui è sacro, immune da ogni difetto e colpa! Anzi, a Lui appartiene ciò che v’è nei cieli e sulla terra, tutti lo servono umilmente.
123. {Egli è il} creatore dei cieli e della terra e quando decreta una cosa non fa che dirgli: “S2!” ed essa è.

Commento

Le Eresie Giudee, Cristiane e Politeiste

Giudei, cristiani e politeisti affermano che il Signore Eccelso possiede un figlio, s’è scelto un figlio: «I giudei dicono: “Uzayr è figlio di Allah”, e i cristiani dicono: “Il Messia è figlio di Allah”. Questo è ciò che esce dalle loro bocche, che assomiglia alle parole di quelli che, prima d’ora, diventarono miscredenti. Che Allah li uccida! Come fanno a mentire?»1. «Dicono: “Allah S’è preso un figlio”. Puro è Lui da ogni colpa e difetto! Egli non ha alcun bisogno {di niente e nessuno}…»2

Il primo versetto in esame attacca gli empi che affermano che Allah ha un figlio: «Dicono: “Allah S’è preso un figlio”. Puro è Lui da ogni colpa e difetto!»

Che bisogno avrebbe Allah di avere, di prenderSi un figlio? Ha forse qualche bisogno? È limitato? Ha bisogno d’aiuto? Ha bisogno di far sopravvivere una razza, una generazione? No, poiché, come dice il versetto, l’intero universo Gli appartiene, è Sua opera: “Anzi, a Lui appartiene ciò che v’è nei cieli e sulla terra, tutti lo servono umilmente. {Egli è il} creatore dei cieli e della terra”

Che bisogno può avere di possedere un figlio un Essere che: «…quando decreta una cosa non fa che dirgli: “S2!” ed essa è»

Cosa Significa «Kun fa-Yakun» {“S2” ed Essa è }

Questa nota espressione compare in diversi versetti del sacro Corano (2:47, 2:59, 6:73, 16:40, 19:35, 36:82 …).

Questa frase parla della volontà genetica del Creatore Sublime, e del Suo incommensurabile potere nel creare le cose.

Questa frase non significa che quando Allah vuole creare una cosa, le dice, a parole: “S2!”, ed essa viene ad esistere, ma che è sufficiente che Egli voglia l’esistenza di una cosa, che essa viene immediatamente a esistere, sia essa piccola o grande, complicata o semplice, della misura di un atomo o grande quanto l’intero creato, senza alcun bisogno di cause intermediarie.

Per comprendere meglio quanto abbiamo ora detto, consideriamo la parola del nobile Principe dei Credenti (as) a proposito di questa sacra frase: “Non si tratta né di un grido, che disturbi gli orecchi, né di una voce, che possa essere sentita. In verità, il Suo verbo –che puro e immune è da ogni colpa e difetto – è Suo atto, da Lui creato…”3

Nel Kaafi del Kolayni e nel Tawhid del Saduq, troviamo una tradizione del settimo Imam simile a questa.4

Tale concetto è trattato, con opportune spiegazioni, anche dal Tafsir Al-burhaan (vol. I, pag. 146).

  • 1. Santo Corano, 9: 30.
  • 2. Santo Corano, 10: 68.
  • 3. Nahj ul-Balaghah, pag. 274 (versione di Subhi Saalih).
  • 4. Tafsir As-saafi, vol. I, pag. 167.

Share this page