Page is loading...

Sura al-Baqarah Versetto 251

فَهَزَمُوهُم بِإِذْنِ اللّهِ وَقَتَلَ دَاوُدُ جَالُوتَ وَآتَاهُ اللّهُ الْمُلْكَ وَالْحِكْمَةَ وَعَلَّمَهُ مِمَّا يَشَاء وَلَوْلاَ دَفْعُ اللّهِ النَّاسَ بَعْضَهُمْ بِبَعْضٍ لَّفَسَدَتِ الأَرْضُ وَلَـكِنَّ اللّهَ ذُو فَضْلٍ عَلَى الْعَالَمِينَ ﴿251﴾

257. Ebbene, con il permesso di Allah, li sconfissero. Davide uccise Jaalut e Allah gli diede il regno e la sapienza, e gli insegnò di ciò che volle. Se Allah non respingesse alcuni per mezzo di altri, sicuramente la terra si corromperebbe, ma Allah è pieno di grazia per gli uomini.

Commento

Di sicuro, Allah non lascia mai soli i Suoi devoti servi, anche se sono in piccolo numero contro una folta schiera di nemici: “Ebbene, con il permesso di Allah, li sconfissero. Davide uccise Jaalut”
Davide era un prode giovane che combatteva nell’armata di Taalut. Egli con la sua fionda riuscì ad uccidere l’empio Jaalut {Golia}, il quale gridò e cadde a terra, al che l’esercito nemico fuggi in preda al panico. Allah in tal modo mostrò la Sua infinita forza: un giovane con un’arma apparentemente innocua sconfisse un potente re protetto da un’immensa armata!

Poi il versetto aggiunge: “…e Allah gli diede il regno e la sapienza, e gli insegnò di ciò che volle”
Anche se non viene espressamente detto nel versetto, Davide era uno dei grandi profeti dei figli d’Israele, e padre del santo Salomone. Dal versetto si può tuttavia dedurre che egli divenne Profeta (S).

Alla fine del versetto il sacro Corano c’insegna un principio generale: “Se Allah non respingesse alcuni per mezzo di altri, sicuramente la terra si corromperebbe, ma Allah è pieno di grazia per gli uomini”

Share this page