Page is loading...

Sura al-Baqarah Versetto 277

إِنَّ الَّذِينَ آمَنُواْ وَعَمِلُواْ الصَّالِحَاتِ وَأَقَامُواْ الصَّلاَةَ وَآتَوُاْ الزَّكَاةَ لَهُمْ أَجْرُهُمْ عِندَ رَبِّهِمْ وَلاَ خَوْفٌ عَلَيْهِمْ وَلاَ هُمْ يَحْزَنُونَ ﴿277﴾

283. In verità, coloro che hanno prestato fede, compiuto le rette azioni, elevato la salaah e dato la zakaah, hanno la loro ricompensa presso il loro Signore. Non avranno nulla da temere e non saranno mai tristi.

Commento

Dopo aver parlato, nel versetto precedente, degli empi usurai, il sacro Corano qui parla dei veri credenti dicendo: “In verità, coloro che hanno prestato fede, compiuto le rette azioni, elevato la salaah e dato la zakaah, hanno la loro ricompensa presso il loro Signore”

Gli uomini possono essere suddivisi in quattro categorie:

1. i credenti, che hanno prestato fede, e che compiono le rette azioni;

2. gli infedeli, che non credono e non compiono le rette azioni;

3. i peccatori, che credono ma non compiono le rette azioni;

4. gli ipocriti, i munaafiqun, che non credono, e non amano compiere il bene, ma esteriormente sembrano credenti che compiono rette azioni.

Se colui che pratica l’usura è lontano da Dio e dalla gente, di contro, il credente, con la preghiera, è vicino a Dio, e, con la zakaah, è vicino alla gente.

Share this page