Page is loading...

I Diritti degli Atti

ثم حقوق الأفعال

10) Diritto della Preghiera

Il diritto della Preghiera è che tu sappia che essa è l’approccio ad Allah e che tu la compia supplice tra le mani di Allah, se tu credi in questo, sarai degno di compierla sottomesso e desideroso, timorato e timoroso, indigente e supplichevole, ammirato dalla grandezza di Allah tra le cui mani tu sei1. Ed eccoti dunque posato, a testa bassa, calmo, le tue membra sottomesse, che supplichi dal profondo del cuore Allah che ti salvi dalle mancanze che ti pesano sulle spalle e dai peccati che ti hanno sviato facendoti perdere.
E non v'è potenza che in Allah.

10 .حق الصلاة

فَأَمَّا حَقُّ الصَّلاةِ فَأَنْ تَعْلَمَ أنّهَا وِفَادَةٌ إلَى اللهِ وَأَنَّكَ فيها قَائِمٌ بَيْنَ يَدَيِ اللهِ، فَإذَا عَلِمْتَ ذَلِكَ قُمْتَ مَقَامَ الذَّلِيلِ الْحَقيرِ الرَّاغِب الرَّاهِب الرَّاجِي الْخَائِفِ الْمِسْتَكِينِ الْمُتَضَرِّعِ الْمُعَظِّمِ لِمَنْ كانَ بَيْنَ يَدَيْهِ بالسُّكُونِ و الوقارِ و تقبل عليها بِقَلبِكَ و تقيمها بِحُدُودِها و حُقوقِها.

11) Il Diritto del Digiuno

Il diritto del digiuno è che tu sappia che esso è un velo che Allah ha fatto scendere sulla tua lingua, sul tuo udito, sulla tua vista, sulle tue parti intime e sul tuo ventre, affinché esso ti protegga dal fuoco dell'Inferno.

Si racconta nell’ĥadīth: "Il digiuno è uno scudo contro il Fuoco dell'Inferno”. Se le tue membra riposano sotto questo velo, tu potrai sperar d'essere coperto e protetto, ma se permetti loro di agitarsi sotto il velo, facendone sollevare il bordo, finirebbero nell’osservare ciò che non si addice ad esse mediante uno sguardo che invita alla bramosia e alla potenza che va al di fuori del limite dell’essere timorato di Allah, allora tu rischierai di lacerare il velo e rimanere scoperto2.
E non v'è potenza che in Allah.

11. حق الحج

وَأَمَّا حَقُّ الحَجّ أَنْ تَعْلَمَ أَنّه وِفادةٌ إلى رَبّكَ، و فِرارٌ إليه من ذُنوبكَ و بهِ قبولُ تَوبتِكَ وقَضاءُ الفَرضِ الَّذي أوجَبَه الله عَليك.

12) Il Diritto del Pellegrinaggio

12) Il Diritto del Pellegrinaggio3

Il diritto del Pellegrinaggio (Ĥajj) è che tu dovresti sapere che esso è un mezzo per raggiungere il tuo Signore, e un mezzo per rifugiarsi in Lui dai tuoi peccati, e attraverso il quale il tuo pentimento viene accettato e viene compiuto il tuo dovere verso il tuo Signore.
E non v'è potenza che in Allah.

12. حق الصوم

وَأَمَّا حَقُّ الصَّوْمِ فَأَنْ تَعْلَمَ أَنَّهُ حِجَابٌ ضَرَبَهُ اللهُ عَلَى لِسَانِكَ وَسَمْعِكَ وبَصَرِكَ وَفَرْجِكَ وبَطْنِكَ لِيَسْتركَ بهِ مِن النَّارِ. فان تركتَ الصومَ خرقتَ ستر الله عليك.

13) Il Diritto dell’Elemosina

Il diritto dell'elemosina è che tu sappia che essa è il tuo risparmio presso Allah ed un deposito che non ha bisogno di testimoni.
Se tu credessi in questo, avresti fiducia in ciò che depositi in segreto più di quanto ne abbia in ciò che depositi apertamente e saresti in grado di custodire un segreto al Suo cospetto che avresti potuto mostrare apertamente4. E che ciò resti un segreto assoluto tra te e Allah. Perciò, quando offri un'elemosina ad Allah, non mostrarti a testimoni quasi tu riponga fiducia in essi piuttosto che al deposito affidato a Allah. E non far sentir nessuno in obbligo per la tua elemosina, poiché essa è per te. Se lo farai, rischierai d'umiliarlo con tale obbligo e ciò proverà che tu, quell’elemosina, non la volevi per te e le tue intenzioni non erano pure, altrimenti non l'avresti mai rinfacciata.
E non v'è potenza che in Allah.

. 13حق الصدقة

وَأَمَّا حَقُّ الصَّدَقَةِ فَأَنْ تَعْلَمَ أنَّها ذُخرُكَ عِنْدَ رَبكَ وَوَديعَتُكَ الَّتِي لا تَحْتَاجُ إلَى الإشْهَادِ عَليها، و كُنْتَ بمَا تَسْتَودِعُهُ سِرًّا أَوْثقَ مِنْكَ بمَا تَسْتَوْدِعُهُ عَلانِيَةً، و تعلم أنَّها تَدْفَعُ البلايا و الأسقام عنك في الدنيا، وتَدفَعُ عنك النار في الآخرة.

14) Il Diritto della Bestia Sacrificale

14) Il Diritto della Bestia Sacrificale5

Il diritto della bestia sacrificale è che, attraverso di essa6, tu purifichi la tua intenzione unicamente per il Tuo Signore, non desiderando che il Suo Favore ed il Suo Gradimento, e che non cerchi gli occhi di altri, se non di Allah. Se farai così, allora tu non sarai né un ipocrita né un simulatore, ma agirai per Allah. E sappi che si arriva ad Allah per aver compiuto ciò che è possibile e non per l'impossibile, così come Allah ha voluto dalle Sue creature ciò che è facile e non ciò che è difficile.

Allo stesso modo l'umiltà ti è più necessaria dell'arroganza, poiché nell’arroganza dimorano l’ipocrisia e la falsità, mentre l'umiltà ed il contegno non hanno falsità e convenzionalismi, poiché esse sono intrinseche nella Creazione e sono quindi presenti nella natura del Creato.
E non v'è potenza che in Allah.

14. حق الهدي

وحق الهدي أن تريد به الله عز وجل ولا تريد به خلقه ولا تريد به إلا التعرض لرحمة الله ونجاة روحك يوم تلقاه.

  • 1. In un’altra versione leggiamo inoltre: “Ti appresterai alla preghiera con umiltà, e dal profondo del tuo cuore la compirai secondo le sue regole ed i suoi diritti”. E poi continua come questa versione.
  • 2. Questa frase significa che se si compie il digiuno, si è sotto l’ombra protettiva di Allah, mentre se abbandona il digiuno ci si allontana da essa e si perde questa protezione.
  • 3. Questo diritto non è stato riportato nella versione trasmessa nel “Tuhaf al-Hoqul”.
  • 4. In un’altra versione segue inoltre questa frase: “Dovresti sapere che essa tiene lontana le calamità e le malattie in questo mondo e ti terrà lontano il Fuoco nell’Aldilà”
  • 5. Per “Sacrificio” si intende l’animale che si sacrifica durante il giorno di °Eid al-Adha (festa del sacrificio) durante il Ĥajj (pellegrinaggio alla Mecca).
  • 6. In un’altra versione segue questa frase: “desideri Allah e non ciò che Egli ha creato {le cose materiali}, attraverso esso tu desideri soltanto presentare la tua anima al cospetto della Clemenza del tuo Signore, e la liberazione della tua anima nel Giorno in cui Lo incontrerai”.

Share this page