How Prophet Muhammad (S) Preached Coexistence

How Prophet Muhammad (S) preached coexistence and dealt with non-Muslims in Medina.

And this is why when Rasul Allah came, he was advocating for the rights of the Jews and the Christians, and he was telling the people that our religion is very similar to the religion of the Jews and the Christians. And Rasul Allah, when he migrated to Medina, the first thing that he did, one of the first things that he did, was that he made a constitution in Medina.

And this is the leadership of Rasul Allah was not only successful in delivering a religion because other prophets also did the same thing. Rasul Allah was successful, and this is why he was he was written down as the most influential person in history for two reasons: he was successfully able to bring a religion; and second, he was able to be a leader of a state. A very successful state.

Rasul Allah was the leader. He was the head of state.He went to Medina. And the first thing that he did was he wrote the Constitution of Medina. And in that constitution, you can see the human rights that Rasul Allah applies. You could see the compassion of Rasul Allah, the mercy " wa ma arsanaka illa rahmata lil alameen [And We have sent you not but as a mercy for the Alameen (mankind, jinns and all that exists)” (Qur'an, 21:107)].

You can see that in the Constitution of Medina, that draft that Rasul Allah wrote and it signed by all of the inhabitants of Medina and by the Jewish tribes that were living around Medina. In that, he gave rights to every single individual and he made a pact, and in that he gave the Jews that were living around Madina the same rights that all of the Muslims had, the, same rights. In that he says: "wa inna Yahud Bani Awf ummatum ma'a al-mu'mineen"; the Yahud [Jews] of Bani Awf are Ummah, they are from the Ummah, from the nation of the Muslims, from Muslim Ummah. "Ummatum ma'a al-mu'mineen" . "Lil Yahud dinahum, wa lil Muslimin dinahum" the Jews, they have their religion, and the Muslims have their religion. "Wa inna 'l-Yahud bani 'l-Najjar mithla ma'l Yahud Bani Awf, wa inna 'l-Yahud Bani l'Harith mithla ma'l Yahud Bani Awf". And Rasul Allah, kept going and going, giving them all the rights.

And this is why historians, they say that Rasul Allah not only called for dialogue, today we get happy when we have interfaith relations; we come in, we have Iftaar with Christians or Jews and then we're very happy about that.

No! Rasul Allah did not only do that! Rasul Allah made them a part of the Ummah. The Jews and the Christians, they were a part of the Muslim ummah at that time because the message was one.
 

Ed è per questo che Rasul Allah, quando venne, si fece sostenitore dei diritti degli ebrei e dei cristiani e diceva alla gente che la nostra religione è molto simile a quella degli ebrei e dei cristiani. E la prima cosa che fece quando emigrò a Medina, una delle prime cose che fece, fu di stilare una Costituzione per Medina.

E questo mostra la capacità di direzione politica di Rasul Allah: Rasul Allah non fu soltanto capace di trasmettere con successo la religione che gli era stata rivelata, questo è stato fatto anche da altri profeti, Rasul Allah fece ben altro, e per questo è considerato la persona più influente nella storia, per due ragioni: è stato capace di istituire con successo una religione e, in secondo luogo, è stato capace di essere un capo di Stato, e di uno Stato di grande successo.

Rasul Allah ne era il leader, era il capo di Stato. Andò a Medina e la prima cosa che fece fu scrivere la Costituzione di Medina. E potete vedere come in questa Costituzione siano previsti i diritti umani, che Rasul Allah applica. Potete cogliere la compassione di Rasul Allah, la sua misericordia "wa ma arsanaka illa rahmata illa lil alamin" [E non ti abbiamo mandato se non come misericordia per i mondi (l'umanità, i jinn e tutto ciò che esiste)" (Corano, 21:107)].

Potete vedere tutto questo nella Costituzione di Medina, quella bozza che Rasul Allah mise per scritto e che fu firmata da tutti gli abitanti di Medina e dalle tribù ebraiche che vivevano intorno a Medina. In questa Costituzione egli dava diritti ad ogni singolo individuo e stipulava un patto, e con questo dava agli ebrei che vivevano intorno a Madina gli stessi diritti che avevano i musulmani, gli stessi diritti. In questo patto diceva: "wa inna Yahud Bani Awf ummatum ma'a al-mu'mineen": gli Yahud [ebrei] di Bani Awf sono Ummah, fanno parte della nazione dei musulmani, della Ummah musulmana. "Ummatum ma'a al-mu'mineen". "Lil Yahud dinahum, wa lil muslimin dinahum": gli ebrei hanno la loro religione e i musulmani hanno la loro religione. "Wa inna 'l-Yahud bani 'l-Najjar mithla ma'l Yahud Bani Awf, wa inna 'l-Yahud Bani l'Harith mithla ma'l Yahud Bani Awf". E Rasul Allah continuava dando loro tutti i diritti.

Ed è per questo che gli storici dicono che Rasul Allah non solo invitava al dialogo - oggi siamo felici quando riusciamo a stabilire relazioni interreligiose, quando andiamo e teniamo l'Iftaar con i cristiani o con gli ebrei e siamo molto felici di questo.

No! Rasul Allah non fece solo questo! Rasul Allah li rese parte della Ummah! Gli ebrei e i cristiani erano parte della ummah musulmana in quel momento, perché il messaggio era uno solo.