The Witness is the Judge - Timeout with the Holy Qur'an

Ayah in focus - Surah Al-Qiyamah (75:1-2) Allah (SWT) is the ultimate judge and we will all be brought to stand in His court. Let us strive to judge and correct ourselves before it’s too late.

There are different kinds of courts. There is the civil court. A person may be put on trial. This individual, although he may have committed the crime, he may be able to prove himself innocent and walk free.

Then comes the next court it is the People's Court. People know this individual committed the crime, although he may have walked away, cleared innocent by the civil courts but the people they know, he is guilty and hence social interactions will be quite difficult for these individuals, even if this individual manages to fool the people as well.

Comes the third court and that is the court of the conscience. This court cannot be fooled. Deep inside every criminal, every person who disobeys Allah, Subhana wa Ta'ala, no matter how small that person is, knows deep inside he or she is wrong. And that guilt feeling will always be there.

Even if a person manages to suppress his conscience, comes the fourth court. And that is the court of the Day of Judgment. Amir ul-Mu'mineen, alayhi as-salaam, says: "Beware people for the witness is the judge."

In this ayah of Surat al-Qiyaamah, the first two verses, Allah, Subhana wa Ta'ala swears by those two courts: "I swear by the Day of Judgment and I swear by the self-blaming soul"(75:1-2) . These two courts cannot be silenced.

We pray to Allah Subhana wa Ta'ala to bless us on the Day of Judgment, to be among those who are virtuous.

Wa assalaamu alaykum, wa rahmatullahi, wa barakatuh.
 

Ci sono diversi tipi di tribunali. C'è il tribunale civile: una persona può essere processata, e anche se ha commesso il crimine può essere in grado di provare la sua innocenza e essere assolta.

Poi c'è il tribunale successivo, il tribunale del popolo: la gente sa che no! Questa persona ha commesso il crimine. Anche se se l'è cavata ed è stata dichiarata innocente dai tribunali civili, la gente sa che è colpevole e quindi le interazioni sociali saranno abbastanza difficili per questa persona.

Anche se questa persona riesce a ingannare anche la gente, arriva il terzo tribunale ed è il tribunale della coscienza. Questo tribunale non può essere ingannato. Dentro di sé ogni criminale, ogni persona che disobbedisce ad Allah, Subhana wa Ta'ala, non importa quanto piccolo sia il suo peccato, questa persona dentro di sé sa di aver sbagliato. E quel senso di colpa sarà sempre lì.

Anche se una persona riesce a sopprimere la propria coscienza, arriva il quarto tribunale, ed è il tribunale del Giorno del Giudizio. Amir ul-Mu'minin [Imam 'Ali], alayhi as-salaam, dice: "Fate attenzione, perché il testimone è il giudice". In questa 'aya' della Surat al-Qiyaamah, nei primi due versetti, Allah, Subhana wa Ta'ala giura su questi due tribunali: "Giuro sul Giorno del Giudizio e giuro sull'anima che si autodenuncia" (75:1-2) . Questi due tribunali non possono essere messi a tacere.

Preghiamo Allah Subhana wa Ta'ala di benedirci nel Giorno del Giudizio e di porci tra coloro che sono virtuosi.

Wa assalaamu alaykum, wa rahmatullahi, wa barakatuh.
 

In This Playlist