10 Islamic Guidelines For Using Bathroom/Toilet

Bismillahi, ar-Rahman, ar-Rahim. Assalamu alaykum wa Rahmatullahi wa barakatuh. A key aspect of Islamic teachings is purity, taharah. The Holy Qur'an beautifully tells us: "Wallah Yuhhibul Muttahireen" (9:108); 'Allah loves those who keep themselves pure'. Part of this is to make sure we observe teachings when we go to relieve ourselves. Here are some important considerations for us all.

Number 1, when entering the bathroom or the toilet, it is recommended to use the left foot as we go inside, and when leaving, to place the right foot out first.

Number 2, if there is a possibility of someone else being there, the private parts should be covered and not exposed.

Number 3, when, sitting on the toilet seat, we should not be facing the Qiblah, nor should the Qiblah be exactly behind us, i.e., if we turn 180 degrees, we should not be facing the Qiblah as well. If we are, we can shift slightly to the right or to the left, maybe by 20 degrees, for example, and that would be sufficient.

Number 4, eating inside the bathroom is discouraged. Similarly, unnecessary talking is makrooh too, except if it is Dhikr and the remembrance of Allah Subhana wa Ta'ala. That is right. Dhikr is recommended at all times, even inside the toilet.

Number 5, to make ourselves pure, we must use water to wash the urinary organ. Nothing else like tissue will suffice, however, what some have suggested to do whilst out of the house and not necessarily having access to water, is to wet the tissue sufficiently so that by squeezing it, water comes out and that is used. Washing the urinary organ once is sufficient for the followers of some Maraja like Ayatollah Sistani, although for other jurists twice is necessary if the water is not from a running source.

Number 6, as for passing stool water should be used. However, we can also use tissue, stone or paper. They must be dry, as well as pure and not have any name of Allah, the prophet or the Ahlul Bayt on them.

Number 7, it is recommended for males to clean the urinary organ through what is known as Istibrah. The method is detailed in books of Islamic law. Urinating while standing is Makrooh.

Number 8, it is recommended to observe hygiene and cleanliness by making sure the bathroom is kept clean after use. Without, for example, the splashing of water everywhere or leaving the place with najasah, impurity.

Number 9, it is highly encouraged for us to remain in Wudhu at all times, as much as possible. In addition, there are duas to be recited when performing ritual ablution that enhance the reward and bless the body as well as the soul. You can have these duas inside the bathroom, but perhaps it is best to laminate the sheet if you can. A link is provided under this video for the recommended duas. http://www.duas.org/wadhu.htm

10, it is also recommended, Mustahab, to urinate and use the bathroom before prayers as well as before going to sleep.
 

Bismillahi, ar-Rahman, ar-Rahim. Assalamu alaykum wa Rahmatullahi wa barakatuh. [Col nome di Dio, il Clemente, il Misericordioso. La pace, la misericordia e le benedizioni di Dio siano su di voi]

Un aspetto chiave degli insegnamenti islamici è la purezza, 'taharah'. Il sacro Qur'an ci dice meravigliosamente: "Wa Allah yuhhibu al-muttahireen" (Qur'an 9:108), "Allah ama coloro che si mantengono puri". Parte di questo è assicurarsi di osservare gli insegnamenti [dell'Islam] quando andiamo a fare i nostri bisogni. Ecco alcune considerazioni importanti per tutti noi.

Numero uno: è raccomandato entrare nel bagno o nel gabinetto con il piede sinistro e uscire con il piede destro.

Numero due: se c'è la possibilità che dentro ci sia qualcun altro, le parti intime devono essere coperte e non esposte.

Numero tre: non bisognerebbe sedersi sulla tavoletta del water in direzione della 'qiblah', né avere la 'qiblah' esattamente alle nostre spalle, cioè, se ci giriamo di 180°, non dovremmo essere di fronte alla 'qiblah'. Se lo siamo, possiamo spostarci leggermente a destra o a sinistra, ad esempio di 20°, e questo sarebbe sufficiente.

Numero quattro: mangiare in bagno è sconsigliato. Allo stesso modo, anche parlare inutilmente è 'makruh' [sconsigliato], tranne se si tratta di un 'dhikr e del ricordo di Allah Subhana wa Ta'ala. Quello va bene, il 'dhikr' è raccomandato in ogni momento, anche in bagno.

Numero cinque: per purificarci dobbiamo usare l'acqua per lavare l'organo urinario. Nient'altro è sufficiente, ad esempio la carta igienica non basta, tuttavia quando si è fuori casa e non si ha accesso all'acqua alcuni hanno suggerito di bagnare la carta igienica tanto da poterla strizzare e usare quella. Per i seguaci di alcuni maraja, come l'Ayatollah Sistani, basta lavare l'organo urinario una volta , ma secondo altri giuristi è necessario farlo due volte se l'acqua non è corrente.

Numero sei: per quanto riguarda la defecazione, è meglio usare l'acqua, tuttavia possiamo usare anche del tessuto, pietre o carta. Devono essere asciutti, oltre che puri, e non devono avere scritto sopra il nome di Allah, del profeta o dei membri dell'Ahlul Bayt [che Dio li benedica tutti]

Numero sette: si raccomanda ai maschi di pulire l'organo urinario attraverso ciò che è noto come 'istibrah'. Il metodo per farlo è spiegato in dettaglio nei libri di legge islamica. Urinare in piedi è 'makruh'.

Numero otto: si raccomanda di osservare l'igiene e la pulizia facendo in modo di lasciare il bagno pulito dopo l'uso, evitando, per esempio, di schizzare l'acqua dappertutto o di lasciare il bagno sporco di 'najasah', impurità.

Numero nove: è altamente raccomandato rimanere in 'wudhu' [stato di purezza conseguente all'abluzione rituale minore] in ogni momento, il più possibile. Inoltre ci sono delle 'du'a' [suppliche] da recitare quando si esegue l'abluzione rituale che aumentano la ricompensa e portano benedizione al corpo così come all'anima. È possibile tenere queste 'du'a' all'interno del bagno, ma forse, se si può, è meglio plastificare il foglio. Sotto questo video trovate il link per le 'du'a' raccomandate: http://www.duas.org/wadhu.htm

Numero dieci: è raccomandato - 'mustahab' - anche urinare e usare il bagno prima delle preghiere, così come prima di andare a dormire.